Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.

Domande frequenti

F.A.Q.


Nel caso dei filtri più performanti come Ultracarb®, Ultracarb SI®, BiotectUltra® ogni 6 mesi o 2300 litri: vale la prima delle due condizioni ad essere raggiunta.
Per impianti domestici, a meno che non si abbia una famiglia molto numerosa (più di 4 persone) vale la prima condizione, 6 mesi.
Altrimenti in caso di famiglia numerosa oppure di attività commerciale o pubblica, è consigliato installare un contalitri in grado di determinare quando vengono raggiunti i 2300 litri, se questo avviene prima dei 6 mesi.

La migliore indicazione è quando il flusso d'acqua filtrata in uscita diventa notevolmente inferiore al normale. Questa riduzione del flusso è dovuta ai contaminanti che si sono gradualmente depositati sulla superficie ceramica bloccando il percorso dell’acqua.
Questo dimostra che l'elemento ceramico sta filtrando con successo i corpi estranei.
Un'altra considerazione è il colore. Quando è nuovo, il filtro ceramico è di colore bianco; con l’uso il colore cambia in seguito alla filtrazione dei contaminanti. Per prestazioni ottimali, pulire come spiegato nella domanda di seguito.

L’operazione di pulizia è molto semplice, richiede al massimo 10 minuti. E’ necessario dapprima rimuovere il filtro dal contenitore, dopodiché è sufficiente fregarlo con una spugnetta leggermente abrasiva sotto l’acqua corrente. Attenzione a tenere sempre il beccuccio filettato del filtro verso l’alto; essendo la via d’uscita dell’acqua filtrata è bene che non ci finisca niente dentro.

Questa è la prova fisica che sta filtrando con successo i contaminanti che nella maggior parte dei casi sono invisibili a occhio nudo. Le proprietà microporose della ceramica non fanno passare i contaminanti che altrimenti si troverebbero nell’acqua. Il colore della candela varierà a seconda di quali contaminanti sono presenti nell’acqua in entrata. La candela tornerà al suo bianco ceramico seguendo le semplici fasi di pulizia come spiegato sopra.

Sì, il blocco regolare può essere semplicemente dovuto alla torbidità o alle particelle presenti alla fonte di approvvigionamento dell'acqua. Ciò dimostra che il filtro funziona in modo efficiente; è la ceramica che filtra i contaminanti e quindi si riduce il flusso d’acqua. In questo caso può essere utile utilizzare un pre-filtro a monte del filtro ceramico (vedi prefiltro impurità). Ciò impedisce che la candela si blocchi troppo rapidamente; minimizza la pulizia e prolunga quindi la durata del filtro ceramico.

Il leggero aumento del pH dell'acqua passata attraverso i filtri ceramici è dovuto alla presenza del minerale Wollastonite nella ceramica. La wollastonite è leggermente solubile e alcalina, quindi può dissolversi parzialmente nell'acqua che passa attraverso il filtro causando una minima ed innocua variazione del pH. L'OMS non ha proposto alcun valore indicativo per la salute del il pH nell'acqua potabile, sebbene le note di accompagnamento delle linee guida affermino che l'intervallo di pH è spesso compreso tra 6,5-9,5.

Sì, le candele in ceramica Doulton® sono prodotte con materiali naturali al 100% e possono essere smaltite come materiale di riempimento.

L'alloggiamento del filtro si pulisce meglio svitando il corpo dalla testa e pulendo la superficie e l'interno del corpo con un panno morbido inumidito con acqua calda. È importante non tentare di pulire la testa del filtro. Ciò potrebbe causare contaminazione dell'acqua filtrata.

Grazie alla sterilizzazione automatica, le nostre candele in ceramica non saranno danneggiate dal non utilizzo per un periodo di tempo. Se l'uso normale del filtro viene interrotto da festività o ferie, la crescita di batteri eterotrofi innocui potrà provocare un gusto "piatto" o "stantio" per un periodo di tempo quando si riprende l'uso del filtro. Ciò è particolarmente vero per gli elementi filtranti che contengono carbone attivo come Super Sterasyl® (contiene carbone attivo granulare), Supercarb®, Chlorasyl® e Ultracarb® (entrambi contengono un nucleo di carbone attivo estruso).
Dopo un periodo prolungato di inattività fare scorrere l’acqua per qualche minuti dopo dovrebbe eliminare il problema.

Non esiste l’acqua, esistono le acque. Ogni acqua ha le sue caratteristiche, ogni acqua ha il suo sapore.
Il sapore dell’acqua è dato dal mix di sali minerali contenuti al suo interno. Un’acqua con un residuo fisso molto basso avrà un sapore molto diverso da un’acqua minerale o un’acqua ricca di sali minerali.
I filtri ceramici vanno a rimuovere i gusti cattivi dell’acqua, ad esempio il gusto di cloro; ma non togliendo i sali minerali, non vanno a modificare il sapore dell’acqua.
Il consiglio è di apprezzare l’eterogeneità tra le acque e le caratteristiche uniche di ogni acqua.

La prima volta che si utilizza il filtro bisogna lasciare scorrere l’acqua 10 minuti (come scritto nelle istruzioni di montaggio), poi aspettare 24 ore e fare scorrere nuovamente 10 minuti.
Questo rodaggio iniziale serve affinché il filtro sia condizionato adeguatamente e pronto per l’uso.
Se si dovessero notare in seguito delle particelle in sospensione, è molto probabile che siano bollicine molto fini dovute alla troppa pressione nell’erogazione dell’acqua. E’ necessario ridurre con il miscelatore la velocità di erogazione. In ogni caso se si lascia il bicchiere fermo anche solo 5-10 secondi si noterà che le bollicine scompaiono.

In questi casi molto probabilmente durante l’installazione si è dimenticato di togliere l’involucro plastico a protezione della candela ceramica. Bisogna aprire l’alloggiamento, rimuovere l’imballo e avvitare la candela nell’apposito filetto. E’ consigliato leggere bene le istruzioni prima di ripetere la procedura di installazione.

I filtri ceramici non rimuovono i sali minerali. La durezza dell’acqua responsabile della formazione del calcare è data dal contenuto dei sali calcio e magnesio nell’acqua.
I sedimenti calcarei verrano rimossi in quanto più grandi della dimensione dei pori della ceramica, i sali minerali no.

Per rimuovere il calcare è consigliato montare un sistema Duo con pre filtro calcare. Il pre filtro è composto da una resina a scambio ionico ed è in grado di rimuovere Calcio e Magnesio quindi anche la durezza dell’acqua e di conseguenza anche il calcare. (vedi prodotto)
Il sistema Duo è disponibile nelle versioni sopra lavello e sotto lavello.

Con la candela ceramica Ultracarb SI è possibile risolvere questo problema. La candela Ultracarb SI ha le stesse prestazioni della candela Ultracarb e con l’aggiunta di Polifosfati ad uso alimentare è in grado di evitare le incrostazioni.

Noi consigliamo sempre di montare il filtro più performante, che è il filtro Ultracarb. Gli altri filtri e anche i sistemi Duo con pre filtro si montano soltanto in casi particolari.
Il nostro filtro Ultracarb è certificato secondo gli standard NSF per più di 200 sostanze contaminanti il che lo rende adatto alla maggior parte delle acque italiane.
Qualora si volesse andare a fondo, perché esiste un particolare contaminante in quella zona è bene contattarci per avere una consulenza ad hoc sul filtro da installare più adeguato per quella particolare casistica.

Non hai trovato la risposta che cercavi?

Scrivici subito


Inserisci il tuo nome e cognome
Inserisci la tua email
Scrivi qui il tuo messaggio
Ho letto attentamente l'informativa sulla privacy e accetto espressamente l'informativa e tutte le clausole in ogni specifico box. Attenzione: non tutti i consensi sono obbligatori! Qualora preferisca selezionare ogni singolo consenso dell'informativa privacy.
Senza il tuo consenso non possiamo risponderti.